Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP

automazione-it.com
Maxim integrated News

Maxim Integrated Utilizza il Protocollo 1-Wire per Fornire una Soluzione Semplice ed Economica per la Realizzazione di Reti di sensori I²C e SPI con Connessione Remota

Il DS28E18 estende i collegamenti fino a 100 metri e ottimizza i cablaggi richiesti per connettere i dispositivi periferici al microcontrollore host.

Maxim Integrated Utilizza il Protocollo 1-Wire per Fornire una Soluzione Semplice ed Economica per la Realizzazione di Reti di sensori I²C e SPI con Connessione Remota

I progettisti che utilizzano connessioni a reti di sensori remoti possono ora disporre della soluzione più economica e più semplice disponibile sul mercato grazie al DS28E18, un bridge 1-Wire®-I2C/SPI di Maxim Integrated. Sfruttando il protocollo 1-Wire di Maxim Integrated per interfacciarsi con sensori compatibili I2C e SPI, il DS28E18 riduce la complessità del sistema grazie a un collegamento basato su due soli fili rispetto alle soluzioni concorrenti che richiedono quattro fili per l’interfacciamento I2C o sei per l’interfacciamento SPI.

Oggi, la maggior parte dei progettisti utilizza delle interfacce seriali per collegare sensori remoti in applicazioni di monitoraggio industriale e remoto. Tuttavia, i protocolli più popolari sono costosi e complessi, poiché richiedono fino a cinque estensori esterni per poter raggiungere dispositivi posti fino a 100 metri di distanza. Inoltre, alcune delle interfacce oggi maggiormente utilizzate richiedono 6 cavi per il collegamento di più sensori a un microcontrollore host.

Il DS28E18 utilizza un unico filo per l'alimentazione e per la trasmissione dei dati, adottando il protocollo 1-Wire di Maxim Integrated per il collegamento con due soli fili a periferiche I2C o SPI poste a oltre 100 di distanza. La soluzione elimina fino a cinque estensori, riducendo significativamente i costi di connessione e la complessità del software. Inoltre, è richiesta una sola porta di I/O del microcontrollore host per far funzionare una rete composta da 10 a 20 nodi.

Vantaggi principali

  • Elevata Integrazione: i collegamenti sono estesi fino a 100 metri, eliminando fino a cinque estensori; inoltre, non vi è più la necessità di fornire un’alimentazione esterna
  • Basso Costo: il dispositivo è in grado di operare autonomamente con un collegamento composto da due soli fili, con una riduzione fino a quattro fili rispetto a una soluzione tradizionale
  • Riduzione della Complessità: il dispositivo esegue la conversione da protocollo 1-Wire a interfacce I2C e SPI master, riducendo la complessità sia del progetto fisico che dell’applicazione software eseguita sul microcontrollore host

Commento

“I sensori stanno trasformando i prodotti di consumo, industriali ed elettromedicali in quanto migliorano la raccolta dei dati e rendono il funzionamento più intelligente,” ha affermato Manuel Tagliavini, analista principale, MEMS e Sensori a Omdia. “Tuttavia, le interfacce seriali utilizzate da questi sensori dominano il mercato e qualunque approccio in grado di ridurre la complessità costituirà un vantaggio per gli sviluppatori."

"Man mano che i sensori diventano sempre più diffusi in numerose applicazioni, cresce anche l’esigenza di estendere la loro connettività sulle lunghe distanze", ha affermato Scott Jones, Direttore della Embedded Security presso Maxim Integrated. "Estendere in modo conveniente la distanza operativa dei dispositivi dotati di interfaccia seriale comporta un’elevata complessità, ma l'utilizzo del protocollo 1-Wire semplifica notevolmente queste reti grazie a un software più semplice e a un minore numero di cavi e circuiti integrati."

www.maximintegrated.com

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP